ESCURSIONE da Amendolea Nuova ad Amendolea Vecchia

Descrizione

Scheda Tecnica

Comune: Condofuri

Difficoltà: T

Dislivello: 217 m

Altitudini: Amendolea Nuova (142 m), Amendolea Vecchia (359 m)

Tempi: andata 1 ora, ritorno 30 min

Acqua: ad Amendolea Nuova

Carte I.G.M.: F° 615 I Bova

Il percorso si svolge su quella che era l’antica via pubblica che collegava Amendolea a Bova.

Paradossalmente, l’arrivo della civiltà e quindi delle strade asfaltate, ha allontanato questi centri l’uno dall’altro, così come tanti altri dell’Aspromonte. Sono ormai abbandonati infatti i collegamenti diretti, costituiti da mulattiere e sentieri. Oggi invece bisogna scendere sulla SS 106 e poi risalire verso l’interno. E da questo ne è derivato l’interruzione di ogni rapporto tra i centri montani ad esclusivo vantaggio dei paesi sulla costa. L’antica via pubblica è stata cementata; tuttavia la panoramicità del sito, i ruderi di chiesette d’ispirazione bizantina (alcune con affreschi ancora leggibili), l’imponente castello del XIII sec. e il borgo abbandonato per l’alluvione del 1953 (ma abitato da alcune famiglie sino alla successiva alluvione del 1971) rendono la meta sicuramente interessante. Numerosi sono stati negli anni gli interventi di restauro conservativo e di ricerche archeologiche attuati nel borgo da vari Enti Locali ma siamo ancora lontani da una adeguata valorizzazione.

Avvicinamento in auto

Si raggiunge Amendolea dalla SS 106 all’altezza di Condofuri Marina.

Seguire la strada che porta a Condofuri Superiore e dopo circa 5 km si raggiunge la frazione di San Carlo. Al quadrivio della chiesa, imboccando la strada a destra una piccola deviazione di appena 300 m conduce in “piazza della Torre”, la torre della Dogana che arrivava fin dentro l’alveo della Fiumara Amendolea, da dove si può intravedere l’abitato con il castello. Ripresa la via per Condofuri Superiore la si percorre per un paio di km per lasciarla al primo ponte che s’incontra. Attraversarlo e seguire la strada che costeggia la fiumara e conduce, in pochi km, alle case di Amendolea.

Percorso

Il percorso è estremamente semplice. Seguite infatti la stradina in cemento che in circa 2 km di ripida salita conduce ai ruderi del vecchio paese di Amendolea. Tuttavia se si vuole fare un percorso ad anello si può utilizzare, per la salita, l’antico sentiero di accesso al borgo (la cosiddetta porta di mare) che si trova appena superate le ultime case di Amendolea Nuova, dopo un tornante sinistrorso. Accedendo al borgo dal sentiero vi troverete di fronte la chiesa della Santissima Annunziata e dalla parte opposta il castello. Terminata la visita del borgo riprendete la stradina in cemento che riporta ad Amendolea Nuova ma non prima di avere visitato le chiesette extra moenia ai piedi del castello.

Fonte: Guida Naturalistica della Calabria Greca – Alfonso Picone – Rubbettino Editore – Collana Parco Culturale della Calabria Greca.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Informazioni Utili