Ospitalità Fossato Ionico

Disponibilita Camere

Camere

  • Nodo Solidale- Camera 2 Letti

    + continua a leggere
    Max:

    Servizi Camera: Internet, Televisione

    Camera per due persone

    Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
  • Nodo Solidale- Camera 4 Letti

    + continua a leggere
    Max:

    Servizi Camera: Gruppi, Internet

    Camere per 4 persone

    Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

    Letti: Letti Singoli

Informazioni Generali

Promosso e gestito dell’Associazione Culturale dei “Fossatesi nel Mondo”,  il nodo rappresenta il primo step di un progetto di ospitalità diffusa del del comune di Montebello Ionico (“Montebello Tour – Rete di ospitalità diffusa Montebellese”) .

Il nodo ospitale si trova al civico 2 di Piazza Leone Sgro in Fossato Ionico. E’ possibile soggiornare all’interno dello storico palazzo “Tripodi”, uno splendido e panoramico immobile di fine ‘800 che, è stato sistemato e restaurato grazie all’impegno dei volontari dell’Associazione e di quelli provenienti da tutta Italia, durante i campi nazionali di volontariato di Libera “E!State Liberi 2015” .

Sono disponibili 6 posti letto, ricavati in due vani (da 4 e 2 posti) completamente arredati e dotati di suppellettili, locali cucina – pranzo e servizi vari quali WIFI, TV sat, Sala biblioteca – Meeting, Sala computer – internet point, Salottino e terrazzo panoramico. Oltre alla possibilità di pernotto il sodalizio fossatese offre anche il servizio di accompagnamento per escursioni organizzate nel comprensorio montebellese e in Area Grecanica. Siamo finalmente in grado di ospitare chiunque volesse venire nel nostro piccolo borgo per scoprire le bellezze naturali, i panorami, la storia, la cultura e i prodotti tipici della nostra terra o, perché no, semplicemente per avere, a costi irrisori, una base logistica di partenza per escursioni nel vicino Aspromonte o per trascorrere qualche giorno sulle splendide spiagge del nostro comune.

Tariffe per i Soggiorni

Euro 9,00 a persona per ogni notte di soggiorno
Il soggiorno comprende:

  1. Pernottamento
  2. Uso dei servizi igienici
  3. Utilizzo del locale cucina

N.B. non sono incluse pranzi/ cene e vivande varie
Euro 45,00
a persona singola per settimana di permanenza
Euro 35,00
a persona per settimana, per nuclei familiari e/o gruppi organizzati, di minimo 5 componenti fino ad un max di 6.
Il soggiorno comprende utilizzo del wifi e della sala computer/multimediale – internet point e biblioteca negli orari di disponibilità della Sede.

Escursioni

L’Associazione offre servizi di guida ed accompagnamento a ad escursionisti o gruppi di escursionisti che desiderano conoscere e visitare i luoghi storici di Fossato Ionico,  il suo territorio e la sua montagna a richiesta previa prenotazione contattando i referenti ai numeri telefonici ed indirizzi di posta indicati.

  1. Itinerario Bizantino con visita all’Affresco di Santastasi
  2. Itinerario della Calce e visita ai resti della Chiesa di San Giovanni
  3. Itinerario La Via dei Cinghialari con visita alle Grotte della Lamia
  4. Itinerario da Santuluca al Colle del Leandro
  5. Monumenti e Palazzi Storici: Chiesa, Palazzo Piromallo, Palazzo Guarna

PER GUIDE MINIMO Euro 20,00 (UNA TANTUM) + ULTERIORI 3,00 Euro A PERSONA PER GRUPPI CON PIÙ DI 4 PERSONE

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Check-in

Flessibile

Check-out

Flessibile

Servizi

  • Internet
  • Televisione

Montebello Jonico

Montebello Jonico

Montebello Jonico è situato a 425 m s.l.m. .Il centro storico è ad impianto medievale, caratterizzato da strette viuzze e tratti costruiti a gradinate. Il paese è stato quasi interamente ricostruito dopo il terremoto del 1783, ma sono stati conservati, intatti, i ruderi degli antichi castelli medievali.

Quasi a giustificazione del suo nome, il paese gode di splendidi panorami, di grande interesse paesaggistico.

Vi operano alcuni artigiani, che lavorano il ferro battuto, e qualche pastore che produce formaggi e ricotte per il solo mercato interno.

Le produzioni locali più importanti sono cereali, frutteti, oliveti, bergamotto e vite, oltre alla presenza della pastorizia.

Una frazione importante di Montebello Jonico è Saline. Le saline, che hanno dato il nome alla frazione, appartenevano fin dal XI secolo dell’abbazia di Santa Maria di Terreti. Alla fine del IX secolo, questi stagni furono teatro del miracolo operato da Sant’Elia di Enna, il quale diede ordine al suo discepolo Daniele di gettare un salterio nell’acqua, ritrovato intonso quando questi tornò indietro a riprenderlo. Oggi nei pressi degli stagni abitati da cormorani, folaghe e persino fenicotteri c’è un porto insabbiato ed una gigantesca fabbrica non più in funzione.

IL NOME

Deriva secondo alcuni da Mons Bellus, un composto di “monte” e dell’aggettivo “bello”, nome che identifica la sua posizione geografica; secondo altri da Montis Belli, “monte della guerra”.

FRAZIONI E LOCALITÀ

Fossato Ionico, Saline Joniche, Masella, S. Elia, Stinò.

LA STORIA

Montebello, insieme alla sua frazione Fossato, furono probabilmente delle fortezze a difesa della via che collegava Reggio alla contea di Bova. Compresa nella baronia di San Niceto, fu unita, dopo la distruzione di quest’ultima, al feudo di Motta San Giovanni da cui si distaccò nel 1505 per passare prima agli Abenavoli e poi, nel 1531, ai Ruffo di Sinopoli. Acquistato nel 1549 da Giovanni Faraone di Messina, Montebello fu venduto l’anno dopo ai Guerrera che lo detennero fino 1585, quanto tornò agli Abenavoli fino al 1686. Seguirono i Lavagna, i Barone (1757), e, allo scadere del secolo, i Piromalli.

SCOPRIRE IL CENTRO STORICO

Montebello Jonico ha conservato una struttura medievale ed il centro storico è caratterizzato da viuzze e scalinate.

Nella piccola chiesa parrocchiale si conserva una delle prime opere scultoree, di matrice artistica latina, giunta nell’Area Grecanica: la Madonna della Presentazione (XV-XVI sec.), attribuita ad un ignoto scultore francese, seguace di Francesco Laureana. Tra il 14 e il 15 Agosto il borgo commemora la Morte e l’Assunzione della Madre di Dio. La sera del 14 Agosto, una processione guidata dall’icona della Madonna lascia la chiesa protopapale per sostare una notte nel cimitero. La mattina seguente è ricondotta nella sua casa, dove si celebra messa secondo il rito greco bizantino. Di notevole interesse sono, inoltre, le grotte di Lamia, in contrada San Pietro, nella frazione di Fossato. Secondo la leggenda vi trovò rifugio Lamia, amante di Zeus, punita dalla gelosia di Hera che la trasformò in un mostro, insieme alla sua unica figlia rimasta in vita: Scilla. In contrada Masella si innalzano invece le Rocche di Prastarà: rugose calcareniti abitate fin dalla Preistoria. Tra il IX e il X secolo da queste spelonche si elevarono le preghiere di Sant’Elia lo Speleota, di Sant’Elia di Enna, di Sant’Arsenio e di molti altri asceti che nella solitudine e nel silenzio cercarono Dio. Dalle grotte è possibile osservare due stagni identici, nei pressi della costa di Saline Joniche, frazione di Montebello.

Da visitare inoltre: i ruderi del Monastero di San Giovanni e Sant’Anastasio, il Castello Piromalli, le Grotte della Lamia, le Rocche di Prastarà e i laghetti naturali di Saline Joniche.


Continua a leggere

Mappa

Telefono

0965/29277

Cellulare

320/6926592

Indirizzo

Piazza Leone Sgro, Fossato Ionico

Come raggiungerci

Per tutti coloro che volessero visitare Fossato Ionico partendo da Reggio Calabria - Piazza Garibaldi:
- Partenza davanti alla Stazione Centrale e si imbocca la Via Baarlam e dopo 200 metri, all'altezza del Ponte sul Torrente Calopinace, svoltare a sinistra e proseguire per km. 1.700 sulla bretella di sinistra del Torrente.
- Imboccare la Superstrada Ionica S. S. 106 direzione Taranto. Al Km. 26,00 in località S. Elia instradarsi sullo svincolo direzione Porto di S. Elia, dopo 200 metri svoltare a sinistra verso il sottopasso della S. S. 106.
- Dopo 200 metri al quadrivio svoltare a sinistra ed imboccare la Strada Provinciale N° 22.
- Proseguire sulla strada Provinciale, a Km 7, si attraversa l'abitato di Masella ed al Km. 10 l'abitato di Montebello.
- Dopo aver attraversato l'abitato di Montebello proseguire per altri 5 km e si raggiunge la località Fossato Ionico, al bivio imboccare la strada a destra direzione Centro e dopo m. 300 si raggiunge Piazza Municipio.
Distanza: KM. 41,200 - Percorrenza minuti: 50
Per tutti coloro che volessero visitare Fossato Ionico partendo da Melito Porto Salvo:
Immettersi sulla Strada Statale Jonica 106 direzione Reggio Calabria, al Km. 27 svoltare a destra sulla Strada Provinciale N° 22 direzione Masella (KM 7), Montebello Jonico (KM 10) Dopo aver attraversato l'abitato di Montebello proseguire per altri 5 km e si raggiunge la località Fossato Ionico, al bivio imboccare la strada a destra