Aree Pic-nic

Disponibilita Camere

Camere

Non ci sono camere disponibili

Informazioni Generali

L’intervento degli operai forestali si è concretizzato anche nella realizzazione di aree pic-nic sovente poste lungo le strade che attraversano la montagna. Si tratta perlopiù di rustiche panchine e tavoli, punti fuoco (barbecue) quasi sempre con la disponibilità di acqua potabile alcune volte con fontane ingentilite da semplici decori.

Qualche area pic-nic è maggiormente dotata di attrezzature quali piccoli rifugi che offrono un riparo ed un luogo dove cucinare e pranzare al coperto, caminetto, recinzione. Anzi, come tradizione nei rifugi di montagna, potreste trovare la dispensa discretamente fornita. In caso di necessità ne abbiamo beneficiato ma ogni volta che ci è stato possibile abbiamo contribuito a rifornirla.

I materiali per la realizzazione di tali strutture sono spesso il legno, nella lavorazione del quale gli operai forestali sono maestri e, delle volte, il cemento o meglio la pietra locale.

L’accesso, nelle aree recintate e nei rifugi, è solitamente libero. Fruitene liberamente ma con rispetto lasciando tutto in ordine e pulito. Riportate i rifiuti a valle gettandoli nei cassonetti dei centri urbani e riguardo l’uso del fuoco (caminetti e barbecue) accertatevi che sia spento.

Accesso: tra le aree pic-nic ne segnaliamo due particolarmente attrezzate: Zumbello (Roccaforte) e Falcò (Staiti). Per Zumbello si può accedere a piedi seguendo l’itinerario “Da Misurici alla frana Colella e a Punta d’Atò” o in auto da Roccaforte del Greco con 7 km di strada asfaltata. Falcò è raggiungibile a piedi con la prima parte dell’itinerario “Da Staiti a Monte Cerasia” o seguendo 5 km di strada a fondo naturale.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Check-in

Flessibile

Check-out

Flessibile

Mappa

Come raggiungerci

Per Zumbello si può accedere a piedi seguendo l’itinerario “Da Misurici alla frana Colella e a Punta d’Atò” o in auto da Roccaforte del Greco con 7 km di strada asfaltata. Falcò è raggiungibile a piedi con la prima parte dell’itinerario “Da Staiti a Monte Cerasia” o seguendo 5 km di strada a fondo naturale.