Ricette Bovesi delle Quattro Stagioni

Descrizione

Gastronomia - Lestopitta 1 (Med Media)

Il borgo di Bova, ricco di fascino e storia, custodisce anche un ricettario tradizionale con una cucina semplice e gustosa allo stesso tempo.
Di seguito vengono proposti alcuni piatti tipici da non perdere.

RICETTE DI PRIMAVERA

PASTA E RICOTTA FRISCA
Pasta e ricotta fresca

Ingredienti per 4 persone

500 g di perciatelli
1 kg di pomodori pelati
350 g di ricotta fresca
1 dl di olio di oliva
½ cipolla
Sale q.b.
1 foglia di alloro

Imbiondire la cipolla nell’olio, unire i pomodori pelati passati al setaccio, condire con il sale, cuocere a fuoco lento per circa 20 minuti; prima di togliere la salsa dal fuoco aggiungere la ricotta (precedentemente schiacciata con la forchetta). Lessare a parte in abbondante acqua salata i perciatelli, scolarli al dente e condirli con la salsa preparata.

FRITTATA DI CACCIOFULEDDHI SERVAGGI
Frittata di carciofini selvatici

Ingredienti per 4 persone

300 g di carciofini selvatici (di cardo marino)
5 uova
1 spicchio d’aglio
20 di pecorino grattugiato
Sale q. b.
1 dl di olio di oliva

Pulite accuratamente i carciofini e poneteli da parte; sbattete le uova in una ciotola, aggiungete i carciofini interi, l’aglio tagliato sottilmente e il formaggio. Amalgamate il tutto e salate. Versate in una padella l’olio, portate ad ebollizione, versate il composto e fate cuocere da entrambi i lati per una decina di minuti circa. Servire la frittata con un’insalata di patate novelle lessate.

PATATI NOVI BUGGHIUTI
Patate novelle lessate

Ingredienti per 4 persone

400 g di patate novelle
1 dl di olio
Origano
Peperoncino macinato
Prezzemolo tritato
Sale q.b.

Lessate le patate, pelatele, tagliatele a cubetti e metteteli in una insalatiera; conditeli con l’olio, il sale, l’origano e il peperoncino. Aggiungete alla fine il prezzemolo fresco tagliato finemente e servite in tavola.

RICETTA D’ESTATE

MACCARRUNI I CASA
Maccheroni con sugo di capra

Ingredienti per 4 persone

Per la pasta:
600 g di farina di grano duro
3 dl di acqua tiepida
Sale q.b.

Per il sugo:
1 kg e mezzo di carne di capra
3 cipolle
1 kg di salsa di pomodoro
2 foglie di alloro
1 mazzetto di basilico
1 mazzetto di prezzemolo
2 bicchieri di vino bianco
1 peperoncino intero
1 ricotta salata

Sfumare la carne in una pentola capiente con il vino bianco, eliminare il liquido residuo, aggiungere l’olio e la cipolla tagliata finemente. Rosolare fino alla completa doratura della cipolla. Aggiungere la conserva di pomodoro e contemporaneamente versare acqua calda fino a ricoprire la carne. Aggiungere il basilico, l’alloro, il prezzemolo e il peperoncino. Far cuocere a fuoco lento per circa 3 ore.

Preparare nel frattempo l’impasto per i maccheroni. Disporre la farina a fontana su una spianatoia, sciogliere il sale nell’acqua tiepida e versarla a poco a poco al centro della fontana. Impastare energicamente sulla spianatoia per una ventina di minuti; quando l’impasto è omogeneo, consistente, piuttosto asciutto e liscio, raccoglietelo a palla e avvolgetelo in uno strofinaccio, lasciate riposare in luogo fresco per un quarto d’ora. Continuate a lavorarlo, allungatelo un po’ alla volta e ricavate dei cordoncini dello spessore di circa 1/2 cm e lunghi 5-6 cm, avvolgere i cordoncini a spirale intorno ad un “cannici”, o in alternativa, ad un ferro di calza, esercitando una leggera pressione, strofinate sulla spianatoia e quindi sfilare ottenendo dei maccheroni.
Disponeteli ordinatamente in una tovaglia infarinata e lasciare asciugare per circa un’ora. Poi lessateli in abbondante acqua salata, scolateli al dente, facendo attenzione a sgocciolare bene l’acqua.
A cottura ultimata separare la carne dal sugo e condire con questo i maccheroni, con l’aggiunta (facoltativa) di ricotta salata grattugiata al momento.
Servire la carne di capra come seconda portata accompagnata da un contorno di insalata di porcellana.

RICETTE D’AUTUNNO

SPAGHETTI CU PISCISTOCCU E CAVULU DI JURI
Stoccafisso e cavolfiore (anche piatto tradizionale della Vigilia di Natale)

Ingredienti per 4 persone

500 g di spaghetti
½ kg di stoccafisso
½ kg di cavolfiore
2 patate
2 dl di olio di oliva
2 spicchi di aglio
Pepe nero intero q.b.
Prezzemolo
2 foglie di alloro
Sale q.b.

Versare in una casseruola l’olio con due spicchi di aglio, il cavolfiore a cimette e le patate a pezzi, far soffriggere per 4-5 minuti, mescolando continuamente in modo che non si attacchi sul fondo. Aggiungere 1 litro e mezzo di acqua, portare quasi a completa cottura le patate e il cavolfiore; a questo punto aggiungere lo stoccafisso precedentemente strizzato dell’acqua, l’alloro, il pepe nero e il prezzemolo.
Ultimare la cottura. A parte far cuocere, gli spaghetti al dente, in abbondante acqua salata. Scolare la pasta, mischiare allo stoccafisso e far insaporire il tutto per qualche minuto. Servire in tavola ben caldi.

BACCALA’ FRIJUTU
Baccalà fritto

Ingredienti per 4 persone

600 g di baccalà
3 dl di olio di oliva
200 g di farina di grano duro
Prezzemolo tritato q.b.
1 spicchio di aglio
Sale

Tagliare finemente nella farina il prezzemolo, l’aglio e mischiare. Versare metà olio in padella, prendere il baccalà tagliato a pezzi di circa 5 cm, precedentemente ammollato, infarinarlo bene da tutti i lati, e immergerlo nell’olio bollente. Farlo dorare in modo uniforme. Una volta cotto toglierlo dal fuoco, appoggiarlo su carta da cucina per eliminare l’eccesso di olio e salare.
Sostituire l’olio e ripetere l’operazione con il baccalà rimasto.
Servirlo in un piatto di portata guarnito con fettine di limone e ciuffetti di occhi di pernici (cicorietta selvatica).

COSCIA DI AGNEDDU ALLA CRITA (cucinato sotto terra)

Ingredienti per 4 persone

Una coscia intera di agnello circa 1 kg e mezzo
50 g cotica maiale
1 spicchio di aglio
2 foglie di alloro
1 dl di olio di oliva
Sale
Rosmarino
Salvia
Origano

Tritate insieme aglio, rosmarino e salvia.
Disossate la coscia di agnello e sistemate all’interno la cotica e il tritato, salate, deponete la coscia su fogli di carta da forno cospargete di origano, e fate un massaggio esterno con l’olio chiudendo l’involucro ben sigillato.
Modellate l’argilla sino a racchiudere la coscia in modo da non formare bolle d’aria, mettete in forno a 350° per due ore e mezzo.
Una volta tolto dal forno lasciate riposare per 20 minuti e poi spaccate il coccio estraendo la coscia. Servitela adesso in un piatto di portata.

RICETTE D’INVERNO

TAGGHIARINI E CICERI
Tagliatelle fatte in casa e ceci

Ingredienti per 4 persone

Per la pasta:
300 g di farina di grano duro
1,5 dl di acqua tiepida
Sale q.b.

Ingredienti per la zuppa:
300 g di ceci ammollati
½ patata
2 pomodorini di classa (a grappolo)
2 spicchi di aglio
2 foglioline di alloro
Prezzemolo
Peperoncino a piacere
Olio q.b.

Versate in un tegame 3 litri di acqua salata, aggiungete i ceci ammollati la sera prima in acqua salata, i due spicchi di aglio, le foglioline di alloro, i pomodorini tagliati in due, il prezzemolo intero, le patate tagliata a dadini, un filo di olio. Fate cuocere a fuoco lento per circa 3 ore e mezza.

Preparare nel frattempo l’impasto per le tagliatelle. Disporre la farina a fontana su una spianatoia, sciogliere il sale nell’acqua tiepida e versarla a poco a poco al centro della fontana. Impastare energicamente sulla spianatoia per una ventina di minuti; quando l’impasto è omogeneo, consistente, piuttosto asciutto e liscio, raccoglietelo a palla e avvolgetelo in uno strofinaccio; lasciate riposare in luogo fresco per un quarto d’ora.
Fare poi dei piccoli panetti, cospargerli di farina per agevolare il lavoro, con il matterello formare con ciascuno di essi una sfoglia non troppo sottile di circa 2 mm; prendere una sfoglia alla volta, avvolgerla su se stessa e poi tagliare i tronchetti con un coltello in modo leggermente diagonale e formare delle tagliatelle non troppo larghe.
Cuocere le tagliatelle in acqua salata. Scolarle e aggiungerle ai ceci già cotti avendo cura di eliminare l’aglio, l’alloro e il prezzemolo. Amalgamare insieme per qualche minuto. A fine cottura mettere un filo di olio e a piacere, il peperoncino. Servirle caldissime.

SARDIZZU ‘RRUSTUTU
Salsiccia alla brace

Ingredienti per 4 persone

700 g circa di salsiccia piccante con finocchietto selvatico
Prezzemolo
Olio

Mettere la salsiccia in una griglia e farla arrostire e dorare da tutti i lati.
Tagliarla a tronchetti e cospargerli di prezzemolo sminuzzato al momento. Servire con contorno di costei, ovvero pomodorini secchi sott’olio, e peperoni sott’aceto.

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
LocalitaBova
Tipo Risorsaenogastronomia
latitudine37.9951517
longitudine15.928891199999953

Mappa